PROTOCOLLO CONDIVISO DI REGOLAMENTAZIONE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO

NUOVO PROTOCOLLO CONDIVISO DI REGOLAMENTAZIONE DELLE MISURE PER IL CONTRASTO E IL CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DEL VIRUS COVID-19 NEGLI AMBIENTI DI LAVORO

Nell'ambito delle complesse "Misure urgenti di contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale" - adottate, da ultimo, con il DPCM del 26.04.2020 (scaricabile qui) e che si applicheranno dal prossimo 4 maggio, il Governo, le Associazioni di categoria ed i Sindacati hanno provveduto ad integrare in data 24.04.2020 il "Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro" già adottato lo scorso 14 marzo (scaricabile qui) e finalizzato a garantire la prosecuzione delle attività produttive con la garanzia di condizione di salubrità e sicurezza degli ambienti di lavoro.

Al riguardo, si evidenzia che nella nuova versione del 24.04.2020 (scaricabile qui) "la mancata attuazione del Protocollo che non assicuri adeguati livelli di protezione determina la sospensione dell'attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza".

Inoltre, rispetto alla versione iniziale, è integrato con alcune misure tra cui:

  • obbligo di certificazione medica di "avvenuta negativizzazione" per il rientro dei lavoratori già risultati positivi al Covid-19;
  • preclusione all'accesso a chi negli ultimi 14 giorni abbia avuto contatti con soggetti risultati positivi al Covid-19;
  • rimodulazione dei livelli produttivi degli spazi di lavoro e delle postazioni onde consentire idoneo distanziamento.

Per scaricare la comunicazione completa, clicca qui.

Misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019

ASSEGNATARI STAND

Questo sito usa cookie solo per migliorare l'esperienza utente. Per la nostra politica sui cookies privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk